EN IT RU

Bagno in stile Shabby Chic

Lo shabby chic è uno stile ‘internazionale’ che sta conquistando molte case italiane, perfetto per chi ama le atmosfere sognanti e avvolgenti, un po’ nostalgiche ma pienamente glamour.

Sognante e romantico, è un mix che unisce il gusto per lo stile d'epoca, ispirato alle case di campagna inglesi e all’età vittoriana, all’amore per atmosfere incantevoli e sognanti di ispirazione provenzale, strizzando nel contempo anche l’occhio al country. Ma a rendere unico lo stile shabby chic è forse quel tocco eccentrico, sbarazzino e smaliziato dal gusto pienamente  contemporaneo.

Sono in molti a sostenere che il bagno sia in realtà il vero ‘specchio’ della casa e della personalità dei suoi abitanti. Perciò, nel caso vi rispecchiate in questo simpatico stile, eccovi  qualche piccolo consiglio per arredare il vostro ambiente intimo e privato in pieno stile shabby chic!

Mobili d’epoca ‘rivisitati’

“Shabby” significa letteralmente “logoro”, “usurato”. Questo aggettivo si riferisce in primo luogo soprattutto i mobili: sono pertanto sconsigliati quelli dal design troppo minimal e lineare. Perfetti, al contrario, saranno quelli quelli molto lavorati ed impreziositi dalla presenza di intarsi e fregi.

I mobili lavorati ricorrendo a tecniche di invecchiamento ‘artificiale’(come il decapé) sono l’ideale per creare l’effetto che potremmo definire un po’ ‘polveroso’, assolutamente tipico dello shabby chic. Per quanto riguarda le colorazioni, ricordate che i mobili dovranno essere assolutamente monocromi… saranno pertanto perfette quelle tinte pastello chiaro (rosa o bianco ad esempio) che lasciano scoperte zone di verniciatura più ‘grezza’ in cui il legno è a tratti messo a nudo e visibile. Vetrinette, cassapanche portabiancheria, cassettiere: tutti i mobili dal sapore un po’ vittoriano potranno risultare apprezzabilmente affini a questo stile!

Lo shabby chic deve la sua diffusione anche al fenomeno/processo cosiddetto di upcycling, ovvero di “riuso creativo”: ecco dunque che con sommo stupore scopriremo di poter ‘recuperare’ anche quell’armadio della nonna  che non ci è mai piaciuto troppo, dandogli una nuova vita (shabby-)chic solo ricorrendo ad una eclettica verniciatura fai-da-te.

Vasca da bagno, (quasi) immancabile

In un’atmosfera dal gusto retrò, si rivela fondamentale la presenza della vasca da bagno, elemento che crea anche molti spunti di decorazione.

Mi raccomento, non scoraggiatevi anche a causa del poco spazio a disposizione dovrete rinunciare alla vasca da bagno e optare per la doccia…ricordate che saranno proprio gli angoli più ristretti a risultare più intimi e fascinosamente deliziosi. E’ questa la forza dello shabby chic: una grande adattabilità ad ogni spazio.

Per quanto riguarda la rubinetteria, sono preferibili materiali come il bronzo o l’ottone (molto rivalutato quest’anno), meglio se declinati in linee di design tondeggianti. Anche qui, un design troppo ‘asciutto’ facilmente può risultare fuori luogo.

Biancheria pastello

Perfetta se esposta in una vetrinetta o sistemata in ceste di vimini. Visto il grande ritorno delle tinte pastello, lo shabby chic più contemporaneo protende per la biancheria monocroma che gioca con delicate nuances  (il rosa chiaro è sicuramente dominante in quest’atmosfera sognante, accostabile all’azzurro cielo o al tortora).

In generale, tuttavia, lo shabby chic si orienta tanto sul pastello a tinta unita quanto sui motivi floreali.

Pareti desaturate, rivestimento parziale

Anche il rivestimento delle pareti ricopre un’importanza cruciale, rispetto al quale sono consigliatissime le tinte cosiddette ‘desaturate’. Si può anche pensare di rivestire solo la parete della vasca, o piastrellarla con disegni floreali.

Le piastrelle maiolicate sono adattissime, ma fate attenzione comunque a non appesantire troppo l’ambiente: un rivestimento parziale è perfetto a realizzare lo stile e rimanere nella contemporaneità.

La primavera nel tuo bagno: decorazioni allegre e variegate

E’ nella piccola decorazione che lo shabby chic si rivela in tutto il suo incanto. E’ importante decorare con pezzi unici e accessori dal gusto d’epoca rivisitati in chiave contemporanea, soprattutto nell’accostamento.

Che siano veri, di carta, di lattice o in tessuto, i fiori sono fondamentali anche in bagno. Stanno benissimo in contenitori di latta o in legno stile cassetta della frutta. Delicati richiami all’atmosfera provenzale, come la presenza di lavanda e saponi artigianali dalle forme e dai colori più vari  possono rendere davvero magico l’ambiente.

Nella scelta dei tessuti, orientiamoci su stampe a fiorami a fondo chiaro con colori sgargianti e primaverili.

Ma, come sempre… occhio a non esagerare!

E’ un fatto, dallo stile shabby chic ci si lascia facilmente prendere la mano. Valutate sempre in maniera oculata gli accostamenti per non correre il rischio di cadere nel kitsch sortendo l’effetto indesidetato  di banalizzazione dell’ambiente!

Una certa ‘abbondanza’ nella decorazione è certamente parte integrante di questo stile un po’ eccentrico, ma questo non deve mai farci abbandonare il senso del buon gusto ed il senso della moderazione, tenendoci sempre ben lontani dal mero e banale ‘accumulo’.

Anna Lapini








Leggi anche...

Sta arrivando la Pasqua, arrediamo la nostra casa e la nostra tavola!

Il Natale si avvicina: qualche utile consiglio per preparare al meglio la tua casa

L’ORDINE DELLA CASA COME ORDINE MENTALE E SPIRITUALE

PASQUA: STILE E RINASCITA…L’albero della vita

IL NATALE A TAVOLA....

Anna Lapini Foto di Anna Lapini Consulente di Space Clearing, Arte del Ricevere, Interior Designer info@annalapini.it

Anna Lapini Home page

: FacebookTwitterLinkedInGoogle+ViadeoBloggerXingPinterest