EN IT RU

Feng shui, come portare armonia ed ordine nelle proprie abitazioni

Vivere ed abitare in armonia con le forze della Natura è l’obiettivo principale dell’antica arte geomantica taoista, ausiliaria dell’architettura, del Feng Shui. Un’antica arte che coniuga filosofia ed architettura, sapienza e pragmatismo nel costruire e nell’arredare. Diffusa in Occidente a partire dalla fine dello scorso millennio, questa tradizione, di origine cinese e tibetana, partendo dai principi dell’I Ching e dalla teoria dei cinque elementi (fuoco, metallo, terra, legno e acqua) analizza come essi influenzino il movimento dell’energia nell’ambiente. Il Feng Shui non è uno stile, ma una serie di regole da mettere in pratica con l’arredo per ritrovare benessere, equilibrio e armonia. Letteralmente Feng Shui significa “vento e acqua”, due elementi che plasmano la terra e sono a loro modo indispensabili per la vita: il vento che muove le nuvole gonfie di pioggia e l’acqua che è elemento fondamentale per la vita di ogni creatura sul pianeta. Il punto di partenza è il Ch’I, il respiro della natura, l’energia vitale che scorre nel mondo, la quale risponde ai principi universali racchiusi nel concetto di Li, ossia l’ordine naturale delle cose. La strada migliore è quella di vivere in simbiosi con quell’energia naturale che permea ogni cosa, il Feng Shui ci consiglia proprio questo, dandoci i consigli giusti su come arredare la nostra abitazione in modo da sfruttare le energie favorevoli ed allontanare gli influssi negativi.

Piccoli cambiamenti nella disposizione dei mobili o nelle tinte delle pareti possono, infatti, rivelarsi strategici per ritrovare l’armonia con l’ambiente che ci ospita e che , talvolta, ci sembra meno accogliente del solito causandoci ansia o disturbi psicofisici. Nei paesi Orientali, molto più che da noi Occidentali, esistono esperti di Feng Shui che, nel loro lavoro, valutano le abitazioni dal punto di vista energetico e decidono così quali sono i “rimedi” da adottare per armonizzare l’energia all’interno delle case e portare alle famiglie che le abitano serenità e benessere. Nella disposizione degli arredamenti i principi del Feng Shui tengono inoltre conto della presenza di campi magnetici ed energetici. La prima regola da seguire è l’ordine: bisogna liberarsi dagli oggetti superflui poiché questi impediscono il fluire delle energie positive. Un ulteriore argomento da analizzare, in caso di tinteggiatura della casa, è quello della scelta dei colori più adatti che, non deve essere casuale, ma adeguata ad ogni ambiente: rosso e arancione sono adatti al salotto poiché facilitano la conversazione, blu e verde favoriscono il relax e il sonno nelle camere da letto, il giallo dona energia e stimola l’appetito quindi è più adatto alla cucina. Equilibra bene l’elemento Fuoco (rosso, arancione, viola, rosa, giallo intenso) all’interno dell’abitazione, ti fornirà energia positiva per raggiungere i tuoi obiettivi. L’elemento della Terra (giallo pallido, beige) ti aiuterà a creare un’atmosfera protettiva. L’elemento Metallo (grigio e bianco) rafforza invece qualità come l’astuzia, la precisione, la chiarezza e l’efficienza. I colori pastello (azzurro, rosa chiaro, verde chiaro, violetto) una volta aggiunti alla camera da letto possono portare pace, quiete e serenità mentale agli abitanti della casa. La giusta scelta dei colori, che potrà garantirci il miglior umore possibile, è una combinazione delle proprietà dei colori, dell’energia e delle sinergie tra loro.

La disposizione dei mobili è uno dei principi chiave del Feng Shui, ordinare quindi la camera da letto in primis, la cucina e le altre stanze della casa può rendere l’abitazione molto più accogliente e vivibile. Cercate di scegliere complementi d’arredo quanto più naturali possibili (legno, pietra, metallo), gli stessi mobili non dovranno essere trattati con sostanze chimiche inquinanti per l’ambiente e per l’aria che respiriamo. La camera da letto deve essere vista come un rifugio per corpo e mente, deve essere una sorta di barriera con il mondo e le preoccupazioni esterne. Prima regola, ancora una volta, eliminare qualsiasi oggetto non utile alla funzione della camera da letto. Il principio chiamato “posizione di comando” ci consiglia di posizionare il letto nell’angolo più lontano dalla porta della stanza, con la schiena appoggiata ad una parete solida, questo per creare una zona “sicura”. Se si cerca di riposare gli specchi stimolano tantissimo la nostra energia e questo non ci aiuta, quindi né specchi, né televisori, né connessione internet all’interno della camera da letto, sono elementi che “distraggono”. Fondamentale è l’illuminazione poiché la luce è la nostra fonte primaria di “nutrienti” per la mente, mai diretta in camera da letto ma soffusa, meglio ancora se regolabile in luminosità. Sì alle immagini tranquille tratte dalla natura, paesaggi neutri o evocativi che portino a stati d’animo di calma e tranquillità. No a foto di parenti o amici che sembrano invece fissarti (vale lo stesso discorso anche per le figure religiose). La ricerca dell’equilibrio, in camera da letto così come nella vita, è l’obiettivo finale per il benessere di ognuno di noi.

Anna Lapini








Leggi anche...

Sta arrivando la Pasqua, arrediamo la nostra casa e la nostra tavola!

Il Natale si avvicina: qualche utile consiglio per preparare al meglio la tua casa

L’ORDINE DELLA CASA COME ORDINE MENTALE E SPIRITUALE

PASQUA: STILE E RINASCITA…L’albero della vita

IL NATALE A TAVOLA....

Anna Lapini Foto di Anna Lapini Consulente di Space Clearing, Arte del Ricevere, Interior Designer info@annalapini.it

Anna Lapini Home page

: FacebookTwitterLinkedInGoogle+ViadeoBloggerXingPinterest