EN IT RU

Home Staging: come mettere in mostra la nostra casa per vendita o affitto

Avete intenzione di vendere casa ma non riuscite ancora a concludere il vostro affare? Sicuramente quello che vi potrebbe essere utile è un “home stager", una nuova figura professionale nel campo immobiliare il cui compito è quello di preparare al meglio un immobile da porre in vendita, o in affitto, per ridurre la sua permanenza sul mercato ed ottenere il prezzo più elevato per la sua fascia di vendita.

La “casa” per l’home stager viene considerata come un prodotto commerciale e, attraverso una serie mirata di interventi, trasformata per essere adattata al gusto della maggior parte degli utenti, grazie ad un attento lavoro di spersonalizzazione degli ambienti, di ridefinizione degli spazi e delle destinazioni d’uso, il tutto tenendo conto del budget definito in precedenza. La tecnica dell’home staging non si basa sul nascondere i difetti di un immobile ma, sull’esaltarne le potenzialità e le particolarità attraverso un preciso processo di marketing immobiliare capace di comunicare adeguatamente le qualità e le caratteristiche dell’immobile stesso e permettendogli di conquistarsi una fetta del mercato ed un target specifico: i tempi in cui le case si vendevano ed affittavano da sole sono purtroppo finiti. Questa attività si rivolge in particolare modo a tre categorie di persone: privati, mediatori immobiliari e costruttori. I privati grazie all’home staging possono preparare meglio la loro abitazione prima di metterla in mostra nel mercato immobiliare così da venderla o affittarla in tempi minori. I mediatori immobiliari lo usano invece per differenziarsi dalla concorrenza grazie ad una gamma di servizi più ampia, difendendo così la provvigione e riducendo la forbice tra domanda ed offerta. Infine, i costruttori ne fanno uso per mostrare ai potenziali acquirenti come potrebbe essere un “appartamento tipo” una volta portato a termine (comprese le finiture e gli arredi di base) in modo tale da farsi già un’idea del risultato finale anche partendo da una proposta su carta. Il professionista della valorizzazione immobiliare trova la soluzione adatta per ogni esigenza, non solo grazie al suo talento ma, anche alla giusta collocazione degli arredi, la conoscenza dei tessuti e l’uso sapiente dei colori e della fotografia d’interni, utilizzati per rinfrescare e rinnovare le abitazioni prese in carico rendendole più armoniose ed attraenti al fine di attirare un numero maggiore di potenziali clienti. Ricerche statunitensi presentano dei dati sconvolgenti su come si riduca di un terzo il tempo di stazionamento dell’immobile nel mercato una volta preparato, rispetto ad una casa non allestita. Le fotografie realizzate dopo l’home staging catturano quindi un numero più elevato di persone: più visualizzazioni nei motori di ricerca web e quindi più contatti, più visite e quindi più opportunità per tutti gli immobili da collocare.

“Home Staging" letteralmente significa “mettere in mostra la casa” ed è una tecnica nata in America negli anni 80 ma che sta diffondendosi anche nel nostro paese grazie a molti programmi Tv incentrati sull’arredamento e la ristrutturazione delle case. Alla stregua di una sposa pronta per l’altare o di una macchina da competizione, la casa deve essere adeguatamente sistemata in modo da avere un aspetto oggettivo e percepito in linea con la richiesta del mercato. Possiamo sintetizzare le cinque regole d’oro nell’Home staging in questo modo:

  • Ordine e pulizia: dal momento che la prima impressione è la più importante bisogna presentare la nostra casa nella migliore luce possibile e quindi solo dopo una bella pulizia ed un riordino dei mobili (magari avvalendosi anche della tecnica del feng shui);
  • Depersonalizzare: rendere cioè le camere il meno possibile legate ai vecchi proprietari, eliminando foto e qualsiasi altro rimando a chi quella casa l’ha già vissuta, ognuno vuole sentirsi a casa propria e non degli altri;
  • Riparare: dal momento che sicuramente ci saranno parti della casa, anche in minima parte magari, da ristrutturare, è bene adoperarsi in piccole attività di bricolage ed adeguamento degli impianti. La qualità della casa sicuramente ne risentirà in positivo;
  • Colorare: adeguare le stanze alla loro funzione anche in relazione alla cromoterapia, il colore, infatti, influisce in modo straordinario sull’umore modificando addirittura la percezione degli spazi con cui interagiamo;
  • Fotografare: per comunicare al meglio l’immagine della casa anche a persone lontane, attraverso i vari portali web e siti immobiliari, è fondamentale scegliere un servizio fotografico professionale.

I costi legati all’Home Staging sono variabili ma di solito un progetto di marketing immobiliare di questo tipo costa molto meno della riduzione di prezzo necessaria per collocare l'immobile sul mercato nelle condizioni in cui si trova. Inoltre “il tempo è denaro” e quindi il collocamento più veloce della casa rappresenta un guadagno. Se siete rimasti colpiti da queste tecniche e non riuscite ancora a collocare la vostra casa in vendita con questi piccoli consigli non esitate a contattarmi! 

Anna Lapini








Leggi anche...

Sta arrivando la Pasqua, arrediamo la nostra casa e la nostra tavola!

Il Natale si avvicina: qualche utile consiglio per preparare al meglio la tua casa

L’ORDINE DELLA CASA COME ORDINE MENTALE E SPIRITUALE

PASQUA: STILE E RINASCITA…L’albero della vita

IL NATALE A TAVOLA....

Anna Lapini Foto di Anna Lapini Consulente di Space Clearing, Arte del Ricevere, Interior Designer info@annalapini.it

Anna Lapini Home page

: FacebookTwitterLinkedInGoogle+ViadeoBloggerXingPinterest